Direzione Didattica Statale del 2° Circolo di Capoterra

Capoterra 2 Circolo


Menu sito:
Salta il menu


Esterni 2

Sei nella sezione: ESTERNI

Vai al sotto menu

INFORMAZIONI e NOTIZIE, UMANITARIE e SOLIDARISTICHE, AMBIENTALI e SOCIALI, ARTISTICHE e CULTURALI

I MOTIVI di una SCELTA

Per leggere la presentazione della pagina esterni, clicca sul titolo sovraevidenziato "I motivi di una scelta".
__________________________________________________________________________________

Scritta New in espansione

MONUMENTI APERTI 2010 - XIV^ EDIZIONE
Itinerari programmati per Capoterra 8-9 Maggio
http://www.monumentiaperti.com
___________________________________________________________________________________________________________________________

COMUNICATO STAMPA

"Sabato 8 e domenica 9 maggio prende il via l'edizione 2010 di Monumenti Aperti. La manifestazione, sarà come sempre inaugurata a Cagliari, che quest'anno condividerà le date con Capoterra, Sassari e Settimo San Pietro.
Nata nel capoluogo sardo nel 1997 dall'iniziativa delle Associazioni Culturali Ipogeo e Imago Mundi e del Comune di Cagliari, Monumenti Aperti dal 2000, per volontà del Comitato Scientifico e dell'Assessorato Regionale del Turismo, ha assunto dimensione regionale.
Sono stati circa 250.000 i visitatori che, nelle edizioni 2008 e 2009, guidati da oltre 6000 volontari, hanno affollato ben 450 monumenti aperti in 55 comuni: numeri che segnalano l'affermazione di una manifestazione che continua ogni anno a espandersi sul territorio regionale.
Una presenza capillare se si pensa che su otto province sarde sono sei quelle interessate dall'iniziativa: Cagliari, Medio Campidano, Oristano, Carbonia - Iglesias, Olbia - Tempio e Sassari.
Chiese, siti archeologici, beni storico-artistici, ma anche percorsi naturalistici e tematici costituiranno le attrazioni di questa edizione di Monumenti Aperti che si concluderà a Ottobre, estendendo così la tradizionale stagione turistica e valorizzando risorse ancora poco conosciute.
La manifestazione è infatti un'occasione di riscoperta del territorio e delle proprie radici e un'opportunità di crescita e sviluppo turistico.
Per arricchire ulteriormente l'offerta formativa e culturale propria della manifestazione, quest'anno, per la prima volta, si è tenuto su base regionale il ciclo di conferenze Le identità locali - città e paesi si raccontano, che ha interessato oltre Cagliari anche 5 comuni nel resto dell'Isola: Carbonia, Sassari, Alghero, Oristano e Settimo San Pietro, per un totale di 18 conferenze".

L'ADESIONE del PRESIDENTE della REPUBBLICA

"Per il quinto anno consecutivo la manifestazione ha ottenuto l'Adesione concessa dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il riconoscimento era stato attribuito per la prima volta nel 2006 dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Con una lettera inviata al Comitato scientifico regionale di Monumenti Aperti il Presidente Napolitano, anche quest'anno, ha formulato "fervidi auguri per il successo dell'iniziativa" destinandole, quale suo premio di rappresentanza, una medaglia celebrativa della quattordicesima edizione".

Le ISTITUZIONI PUBBLICHE

"A testimonianza del successo non solo di pubblico, che la manifestazione ha riscosso e continua a riscuotere su tutto il territorio regionale, gli Assessorati regionali del Turismo e della Pubblica Istruzione e Beni culturali continuano a sostenerla senza soluzione di continuità sin dall'edizione 2005".

ELENCO dei MONUMENTI VISITABILI a CAPOTERRA
:
Caposaldo IV "Gela"
Casa Melis Sede di rappresentanza dell'Amministrazione comunale
Casa Spadaccini a Su Loi
Chiesa di San Girolamo
Chiesa di Santa Barbara
Chiesa Parrocchiale di Poggio dei Pini
Chiesa Parrocchiale di Sant'Efisio
Chiesetta Stazionale di Su Loi
La “Casermetta” oggi Biblioteca comunale “Sergio Atzeni”
Torre Costiera di Su Loi

NOTA BENE

Per visionare la scheda sintetica, relativa alle caratteristiche storico-artistiche e culturali, di ciascuno dei monumenti sopraelencati, clicca sull'URL evidenziato sottostante

http://www.monumentiaperti.com/monumenti.php?idc=6

Fonti dell'informazione: MonumentiAperti.it
____________________________________________________________________________________________________________________________

Header del sito web ''Monumenti Aperti''

Clicca per ingrandire

Logo della Commissione delle Pari Opportunità

"Il LATTE di MAMMA"
La Cultura e l'allattamento materno nella Sardegna tradizionale
Domenica 09/05/2010 c/o Biblioteca Comunale "S. Atzeni" di Capoterra
___________________________________________________________________________________________________________________________

<La Commissione Pari Opportunità del Comune di Capoterra, è lieta di invitarvi in occasione della "Festa della mamma", presso la Biblioteca Comunale sita in Vico I° del Popolo a Capoterra, il giorno domenica 9 maggio 2010 alle ore 18.00, per la presentazione del libro di Veronica Matta "Il Latte di mamma" (Latti de Pettus o de Titta), la cultura e l'allattamento materno nella Sardegna tradizionale, pubblicato dalla Casa Editrice "La Riflessione" di Davide Zedda, grazie all'impegno della CPO e al sostegno dell'Ufficio Politiche Sociali del Comune di Capoterra, finanziato attraverso i fondi della Consigliera di Parità della Provincia di Cagliari. Alla presentazione, oltre alla Amministrazione e alla scrittrice emergente, parteciperanno la scrittrice e giornalista editorialista Carmen Salis e l'Editore della Casa Editrice "La Riflessione" Dott. Davide Zedda, la Dott.ssa Ornella Marini, Pediatra e Presidente Associazione AL.MA, la Prof.ssa Tonina Dedoni Consigliera di Parità della Provincia di Cagliari e l'Onorevole Amalia Schirru, Deputato al Parlamento e membro della Commissione Bicamerale per l'Infanzia>.

Coordinano:
La Presidente C.P.O. Capoterra ROBERTA MARCIS e La Scrittrice e Giornalista Editorialista CARMEN SALIS
Salutano:
L’Assessore alle Politiche Sociali MARCO ZACCHEDDU
L’Editore della Casa Editrice "La Riflessione" DAVIDE ZEDDA
Intervengono:
Dott.ssa VERONICA MATTA Scrittrice e Ricercatrice Dr. ORNELLA MARINI Pediatra, Presidente dell’ Associazione AL.MA
Prof.ssa TONINA DEDONI, Consigliera di Parità della Provincia Cagliari
AMALIA SCHIRRU, Deputato / Componente della Commissione Bicamerale per l'Infanzia

SCARICA la BROCHURE in F.to PDF
_____________________________________________________________________________________________________________________________

“ARTISTE/I in PIAZZA”
1° maggio 2010 - Ore 09.30 - Loc. "Su Loi"
Organizzazione della CPO del Comune di Capoterra
______________________________________________________________________________________________________________________

La "Commissione Pari Opportunità" del Comune di Capoterra organizza: “artiste/i in piazza” il 1° maggio h 9.30 a "Su Loi" (nella strada lato destro) a Capoterra. La C.P.O. del Comune di Capoterra intende valorizzare le artiste capoterresi e non solo, appoggiando una piccola ma importante rassegna di esposizioni di opere pittoriche e scultorie, artigianali e gastronomiche, realizzate da donne del territorio e non solo, che per diletto o per passione, sentono crescere in loro il sacro fuoco dell’arte, senza veder valorizzate quasi mai le proprie opere … e’ un modo per incontrarsi per dire ci sono anch’io … e sono capace di ... .
Chi volesse partecipare può contattare il numero 388/6089853 oppure inviare una e-mail all'indirizzo robmarcis@gmail.com
________________________________________________________________________________________________________________________

Logo della Commissione delle Pari Opportunità

Locandina del libro ''Novelle Ovali'' di Antonio Falda

Clicca per ingrandire

"NOVELLE OVALI" di ANTONIO FALDA
35 piccole storie di rugby e di vita
Sabato 08/05/2010 c/o "Casa Melis" - Corso Gramsci - Capoterra
_____________________________________________________________________________________________________________________

"Il rugby non è sotanto montagne di muscoli che sbattono tra loro per ottanta minuti. E' soprattuitto cuore, sacrificio, senso di appartenenza. E quel legame che ti tiene stretto ai tuoi compagni per tutta la vita. Nei racconti di Antonio, ho ritrovato l'atmosfera, il calore e lo spirito di ciò che ti insegnano fin da bambino: vincere o perdere ma sempre a testa alta, cercando di lasciare tutto in campo."

Martin Castrogiovanni
("Pilone dei Leicester Tigers e della Nazionale Italiana")

La presentazione del libro, edito da Davide Zedda per la collana "La Riflessione, che avverrà alle ore 18.00, del giorno di sabato 8 maggio c.a. presso "Casa Melis" nel Corso Gramsci, è patrocinata dal Comune di Capoterra (Assessorato alla Cultura e Assessorato allo Sport) e dal Comitato Regionale del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano).
Inteverranno alla presentazione:
• il giornalistra de "L'Unione Sarda "Carlo Alberto Melis, che svolgerà le funzioni di relatore e coordinatore dell'incontro;
• la scrittrice e poetessa Carmen Salis, che curerà la lettura di alcune novelle;
• il musicista e rugbista Martin Brady, che accompagnerà alla chitarra la lettura dei brani.
Per l'occasione saranno allestite due mostre fotografiche: "Scatti di Rugby" di Angelo Picchetti e "Rugby d'Epoca", visibili entrambi sia l'8 che il 9 maggio 2010 presso "Casa Melis".
Per ulteriori informazioni e maggiori dettagli in merito, visitare il sito web http://www.antoniofalda.it o inviare una e-mail alla casella di posta elettronica info@antoniofalda.it

LOCANDINA in f.to PDF
(clicca sulla scritta sopraevidenziata)
________________________________________________________________________________________________________________________

"VANDALI nella SCUOLA dell'ALLUVIONE"
Devastata la S.I. di "Rio San Girolamo"
http://www.capoterraonline.com
__________________________________________________________________________________________________________________________

<<Vandali scatenati nella Materna di Rio san Girolamo, la scuola che per la sua vicinanza al fiume dell'alluvione dovrà essere abbattuta. Vigilanti per evitare incursioni nel caseggiato chiuso di Hidrocontrol.
Dovrà essere abbattuta perché troppo vicina al fiume, a quel rio san Girolamo che la mattina del 22 ottobre del 2008, il giorno dell'alluvione, s'infilò sin dentro le aule che di lì a poco avrebbero ospitato scolaretti e insegnanti. Dovrà essere spazzata via, la scuola elementare. Ma nell'attesa che le ruspe marcino verso il centro residenziale di Capoterra, a iniziare l'opera di demolizione ci stanno pensando i vandali, i ladri che in queste settimane hanno cominciato a smantellare infissi e vetrate per recuperare porte e finestre. Vere e proprie scorribande notturne che non hanno risparmiato il resto del caseggiato. Uno spettacolo sotto gli occhi dei residenti che si dichiarano offesi non tanto dai vandali quanto da chi dovrebbe vigilare.
IL BANDO
Spiega l'assessore ai Servizi tecnologici, Francesco Dessì: «Proprio oggi pubblichiamo un bando per concedere gli infissi a chi ne faccia richiesta. Purtroppo la scuola è stata visitata dai vandali ma soltanto recentemente, con lo studio Hidrodata, abbiamo avuto la conferma ufficiale che il caseggiato dovrà essere buttato giù». Resta da capire dove la materna potrà risorgere. L'ipotesi è quella di realizzare la nuova scuola nella parte alta di San Girolamo, ma la scelta dell'area dovrà essere ancora decisa. «Ce lo dicano, perché ancora non è stata data risposta alle nostre indicazioni», taglia corto l'assessore ai Lavori pubblici, Efisio Demuro.
POGGIO
Punto interrogativo anche sulla sorte del caseggiato dell'Hidrocontrol di Poggio dei Pini. «Nell'ipotesi fatta dalla società Hidrodata c'è il recupero e non l'abbattimento dell'edificio, in questo caso però il Comune non ha voce in capitolo, la proprietà è infatti della Regione», dice il sindaco Giorgio Marongiu. Anche lì i vandali si erano fatti vivi dopo i giorni dell'alluvione e del dolore. Intrufolandosi nel caseggiato per tentare di mettere mano a computer e costose apparecchiature dell'istituto. Così ora a controllare l'edificio e impedire le incursioni di balordi ci pensano i vigilanti.
SANTA BARBARA
Intanto il Comune pensa a Santa Barbara, alla piccola grotta di Sa Scabizzada scavata sui monti nel punto esatto in cui venne decapitata la martire cagliaritana. Quella mattina del 22 ottobre il fiume raggiunse, in quel punto, livelli incredibili (la ferita inferta dall'acqua è incisa sul tronco dell'immenso eucalipto vicinissimo alla grotta), sollevandosi di oltre sette metri e investendo in pieno l'ingresso del tempio dedicato alla santa. Cancellandolo. «È rimasta soltanto l'icona infissa sulla roccia», ricorda Marongiu, «abbiamo presentato un progetto per recuperare Sa Scabizzada all'assessorato regionale alla Pubblica istruzione. Purtroppo ciò che i fedeli e i devoti avevano costruito, ottocento anni dopo è stato distrutto dall'alluvione, da quel ciclone mediterraneo di incredibile violenza>>.

NOTA BENE

Fonte originale: L'Unione Sarda del 22/04/2010 (Andrea Piras)
Fonte di prelievo: URL di pagina del sito web
http://www.capoterraonline.com/notizie-new-98/le-notizie/ultime/1718-vandali-nella-scuola-dellalluvione.html
_________________________________________________________________________________________________________________________

S.I.''Rio San Girolamo''

S.I. Rio San Girolamo

Clicca per ingrandire

Locandina de ''Su processu a Gesùs e a dogna omini''

Clicca per ingrandire

"SU PROCESSU a GESÚS e a DOGNA OMINI"
Aula consiliare comunale di Via Cagliari
Capoterra, giovedì 1° aprile 2010 - Ore 20.30
__________________________________________________________________________________________________________________________

L'Associazione Culturale <S'Acuntenta disijus> e "Gli Intrusi", ti invitano alla rappresentazione teatrale "SU PROCESSU a GESÚS e a dogna omini" de is vangelius e de sa vida nostra, pièce scritta e diretta da Dario Serra.

SU PROCESSU
a dogna omini è la ricostruzione del processo a Gesù–uomo e figlio di Dio, tratta dai vangeli. La storia di Gesù è emblematica della condizione di ogni uomo che, a prescindere dal momento storico e dalle condizioni sociali, viene ingiustamente condannato, emarginato e non compreso. La sua valenza simbolica è più che mai attuale alla luce della realtà che attualmente ci circonda.

Oggi chi è condannato ad una morte sociale?
Oggi chi è l’uomo inchiodato alla croce?
Sono gli invisibili, costretti a vivere nascosti per la mancanza di un timbro o perché hanno perso il lavoro?
Sono coloro che condanniamo per pregiudizio ad una morte sociale?
Sono coloro che si arrabattano per sopravvivere?

“… non sono razzista ma … is strangius a foras. Ma come… li ospitiamo e in più vogliono....”. Vorrebbero nutrirsi. Vorrebbero una vita più o meno dignitosa… e per questo si spaccano la schiena nella raccolta dei pomodori, nei lavori faticosi…nell’assistenza agli anziani rifiutati dai loro familiari. In più… “… aundi is prepotentis faint bivi mali chini non si porit difendi…”
Stentano a trovare alloggio e se perdono il lavoro, pur avendo famiglia, vengono espulsi o devono vivere nascosti.

Questa rappresentazione diventa lo spunto per dire ancora una volta NO alle ingiustizie e ai soprusi a cui assistiamo quotidianamente o di cui veniamo a conoscenza.

In questo scenario le parole di Gesù trovano senso: “Ognuno porti la sua croce e mi segua”

Oggi chi porta la croce?

Dario Serra

NOTA BENE

Testo e regia
Dario Serra

Interpreti
Andrea Caboni
Gabriella Podda
Lucrezia Pusceddu
Giuseppina Rasulo

Tecnico luci e suono
Luca Ghironi

Si ringraziano i padri giuseppini per aver concesso lo spazio dell'oratorio per le prove, ed il Comune per la disponibilità dell'aula consiliare.

___________________________________________________________________________________________________________________

"PASSIONI e RESURREZIONI de CRISTU"
Rappresentazione teatrale della Joseph Teatrum Capoterra
Sabato, 3 aprile 2010 - ore 18.00 - Presso Sede XXIII^ Comunità Montana
________________________________________________________________________________________________________________________________

"La Joseph Theatrum Caputerra, in occasione del venticinquennale della propria attività teatrale (1985-2010) sabato 3 aprile alle ore 18, nello stupendo scenario naturale della ex XXIII Comunità Montana in Capoterra, porterà in scena “Passio” (Passioni e resurrezioni de Cristu) elaborato teatrale in dialetto campidanese di cui è autore e regista Franco Bayre. Si tratta di un’opera di grosso impegno organizzativo e finanziario che, oltre gli attori della compagnia capoterrese, vede il coinvolgimento di qualche centinaio di persone nel ruolo di figuranti e comparse.Sul calar della sera, in una lussureggiante collina ai piedi di un torrente prospiciente una vasta radura riservata ad un numerosissimo pubblico (nelle due precedenti edizioni, qualche migliaio di persone ha assistito alla performance della compagine capoterrese),
con gli osanna dell’ingresso trionfale di Cristo in Gerusalemme, prende abbrivio una rappresentazione itinerante che ripercorrendo le varie tappe della passione di Cristo, dall’ultima cena sino alla crocifissione, culmina, all’interno di una suggestiva e coinvolgente atmosfera notturna illuminata dalle fiaccole, in un apoteosi di musiche e giochi di luce, nel liberatorio Alleluja finale della Resurrezione.

Nell’elaborare la sua “Passio” l’autore Franco Bayre, pur tenendosi fedele ai testi evangelici, di proposito, ha voluto incentrare l’attenzione sull’umanità del Cristo, uomo tra gli uomini, e lo ha fatto non rinunciando, com’è ormai suo solito, pur in situazioni di estrema serietà, a passaggi di delicata e leggera ironia (vedi Pietro che, nel rinnegare Cristo, giura sulla propria suocera di non conoscerlo) con il risultato di un coinvolgente spettacolo dove il pubblico naturalmente si ritrova immedesimato nella rappresentazione rimanendone altresì profondamente partecipe a livello emotivo.

Nonostante ripetuti e pressanti inviti a proporre questo spettacolo nel capoluogo cagliaritano ed in località dell’hinterland, Franco Bayre ha preferito non allontanarsi dalla sua Capoterra perché, (sue testuali parole) “ l’incantevole scenario naturale de “is olìas”, per situazioni ambientali e logistiche teatrali, non ha eguali all’intorno, ma, soprattutto, perché è giusto che, quest’opera che vede coinvolti tanti nostri concittadini, venga rappresentata nel nostro territorio casomai sollecitando ed inducendo un afflusso di visitatori a constatare, tramite la “Passio” che, a livello ambientale, la bellezza a Capoterra sta di casa.”.

Personaggi e interpreti: CRISTU: Davide Cau, MARIA:Rita Cappai, GIUANNI: Vittorio Dessì, GIUDA: Vittorio Lai, PEDRU: Emilio Palla, JACU: Efisio Piras, MAGDALENA: Rita Frau, CAIFA: Raffaele Puddu, ANANIA: Pino Pusceddu, SU BATTISTA: Carlo Piras, MARTA: Marina Piano, SA VERONICA: Lucia Melis, PILATU: Giuseppe Palmas, CLAUDIA: Francesca Bayre

SCENOGRAFIE: Ruggero Piscedda e Danile Congiu, MONTAGGIO SCENOGRAFICO: Antonello Tosini, MIXAGE AUDIO: Tore Cappai, SELEZIONI MUSICALI: Franco Bayre, MIXER LUCI: Lucio Pesca, TRUCCO: Martina Cappai e Giulia Auriemma, REGIA: Franco Bayre.

Franco Bayre

NOTA BENE

Fonte di prelievo della notizia e dell'immagine a corredo
http:www.capoterraonline.com
_______________________________________________________________________________________________________________________________

Manifesto della ''Passioni e Resurrezioni de Cristu''

Clicca per ingrandire

SHADOW AND FIRE di Ermenegildo Atzori

Clicca per ingrandire

SHADOW AND FIRE di Ermenegildo Atzori
Spazio d'Arte contemporanea (In)visibile di Thomas e Bernhard Lehner
Cagliari, Via Barcellona 75, dal 09/04 al 03/05/2010
__________________________________________________________________________________

"Il 9 aprile 2010 alle ore 19,30 presso lo Spazio d’arte contemporanea (In)visibile di Thomas e Bernhard Lehner in Via Barcellona 75, a Cagliari verrà inaugurata la mostra "Shadow and fire" di Ermenegildo Atzori a cura di Bianca Laura Petretto. L’evento artistico del prossimo 9 aprile 2010 realizza il terzo appuntamento nazionale del progetto “ombre di fuoco” promosso da B&Bart Museo di arte contemporanea. La mostra sarà visitabile sino al 3 maggio 2010".

SHADOW AND FIRE
Ermenegildo Atzori
Regia di Bianca Laura Petretto

"Un videoarte di 5’ che viaggia tra il videoclip e il cinema. Un racconto, una storia della creatività. Un artista che sperimenta nuovi materiali e cerca piste espressive forti e persuasive per la sua irrequieta smania di fare. Frames di opere informali che essudano il colore come materia e una performance che racchiude la follia dell’artista. Il guizzo irrefrenabile di distruggere la propria opera con il fuoco, un modo rituale che esorcizza e incanala le forze occulte, non governabili dell’inquietudine. La performance di Ermenegildo Atzori nasce da un lungo viaggio fatto di scuola, di prove e di silenzi, passando dall’esercizio al lavoro costante e impegnativo del quotidiano labor sperimentale dell’artigiano dell’arte. L’artista crea ombre di fuoco: vernici nitro, diluenti, catrame, poliuretano espanso, polveri di ferro e colate di piombo, scarti industriali altamente inquinanti che si mischiano a frammenti di terra e vetro, gommalacca e pece greca, cenere e sabbia, conchiglie triturate, sottobosco di foglie e licheni e bacche frullate, per stare nella modernità mettendo le mani in quello che inquina e in quello che guarisce. Ermenegildo Atzori prova a scovare l’immagine interiore impastando la materia, quella che fa affiorare dalla quercia il carattere, la tendenza autentica, il soffio dell’anima nascosta. E i riferimenti ai grandi maestri sono ricchi, da Burri e Fontana a Blake, sino a Pollock, per nuotare nelle acque profonde dell’immagine di Lynch o far parte di un granello del mondo di Chaplin. Un pò Jack London, un pò Samurai, Ermenegildo Atzori, costruisce carboni spenti di angeli luciferini che provano a entrare nel mondo, per crescere e lui, si diverte a inventare un gramlò di materie scartate".

Bianca Laura Petretto

Invito INVISIBILE CA 9 APRILE 2010
Scheda Ermenegildo Atzori

NOTA BENE

Fonte di prelievo, URL di pagina del sito web
http://www.capoterra.net/news_singola.asp?IDNews=1332
__________________________________________________________________________________

"L'UOMO che CERCA PAROLE"
Film-documentario di Mario Ghiretti
Venerdì 26/03/2010 - Ore 18.30 - Biblioteca di "Poggio dei Pini"
____________________________________________________________________________________________________________________

"Venerdì 26 marzo 2010, con inizio alle ore 18,30, nei locali delle biblioteca di Poggio dei Pini sarà proiettato il film-documentario "L'uomo che cerca parole", ideato e scritto da Mario Ghiretti.

Il film racconta il lavoro appassionante di Tonino Melis, antropologo di origini sarde. Missionario saveriano, Tonino ha iniziato la sua attività umanitaria nei villaggi Masa, tra Camerun e Ciad, diventando esperto in culture africane. Da vent'anni lavora nel Continente Nero anche per creare un vocabolario, il primo documento di codificazione della lingua Masa. O meglio, per dare dignità culturale a un popolo. Un lavoro lungo e impegnativo che lo proietta nel suo percorso personale di vita, tra ansie, ricordi e dubbi.

"L'uomo che Cerca Parole" ha partecipato come proiezione speciale al Terzo Millennio Film Festival 2008 di Roma, alla XX edizione del Festival del cinema africano e latino americano a Milano ed è stato presentato al Rhode Island International Film Festival, negli Usa.

La partecipazione alla proiezione del film è libera e gratuita".

NOTA BENE

Fonte di prelievo della notizia, URL del sito web
http://www.capoterraonline.com
_____________________________________________________________________________________________________________

"CONTUS de FORREDDA"
Racconti intorno al Focolare
Capoterra c/o "Casa Melis", 14/03/2010 - Ore 17.00
___________________________________________________________________________________________________________________

Alle autorità comunali
Alla cittadinanza

"La Commissione Pari Opportunità del Comune di Capoterra, informa che in "Casa Melis" (Corso Gramsci, 74), il giorno 14 Marzo 2010, si svolgerà l'evento "Racconti Intorno al Focolare" - "Contus de Forredda", alle h 17.00, momento in cui alcune donne ottantenni del nostro paese molto conosciute e stimate quali Raffaela Sanna, Giovanna Putzu e Maria Pinna, racconteranno com'era e com'è cambiata Capoterra dagli anni '30 ad oggi.
La C.P.O. ha ritenuto opportuno cercare attraverso questa iniziativa di creare un archivio storico di quella che fino ad ora è rimasta tradizione orale, grazie alle riprese effettuate da Raffaele Puddu, dei racconti fatti in estemporanea dalle suddette protagoniste potremo consegnare alla Comunità un importante documento storico. Colgo l'occasione per invitarvi a farci visita oltre a ringraziarvi per la collaborazione e il sostegno dimostrato nei confronti delle iniziative intraprese dalla CPO del nostro Comune in altre occasioni e confidando nella vostra presenza, vi saluto cordialmente".

Dott.ssa Roberta Marcis
Presidente della C.P.O. del Comune di Capoterra

_____________________________________________________________________________________________________________________

Locandina dell'evento ''Contos de Forredda''

Clicca per ingrandire

Le tre scimmiette

INCONTRI per CONOSCERE la RIFORMA della SCUOLA MEDIA SUPERIORE
Conoscere la Riforma della SMS per non scegliere ad occhi chiusi
Giovedì 11/03/2010 - Ore 16.00 - Presso ISIS "S. Atzeni" - Via Trexenta Capoterra
__________________________________________________________________________________

L’ISIS “Sergio Atzeni”, in collaborazione con la Scuola Media Statale "Costantino Nivola", presenta ai genitori e ai docenti, le linee fondamentali della RIFORMA e l'Offerta Formativa dell'Atzeni.
Saranno presenti i DIrigenti Scolastici, Prof.ssa Angela Testone (ISIS "Atzeni"), Prof.ssa Maria Pasqua Deidda (SMS "Nivola"), Docenti, Rappresentanti dei Genitori e degli Studenti dell'ISIS.

L'invito a partecipare è esteso a tutti ma, in modo particolare, riguarda i genitori degli alunni delle classi terze medie, che dovranno operare una consapevole scelta scolastica, per l'immediatol futuro dei propri figli.

NOTA BENE

Fonte di prelievo della notizia e dell'immagine a corredo, URL del sito web dell'ISIS "S. Atzeni" Capoterra
http://www.isiscapoterra.it
__________________________________________________________________________________

ISIS ''S. Atzeni'' Capoterra

ISIS ''S. ATZENI'' CAPOTERRA

ISIS "SERGIO ATZENI" CAPOTERRA
Iscrizioni per l’Anno Scolastico 2010-2011
Scadenza 26 marzo 2010
__________________________________________________________________________________

L’ISIS “Sergio Atzeni” ha attivato tre indirizzi di studio:

- Liceo Scientifico (con i nuovi quadri orario);
- Amministrazione Finanza e Marketing (ex IGEA) (con i nuovi quadri orario);
- Per Studenti Lavoratori: il Corso Serale (SIRIO).

Tutti sono validi per l’accesso ai Corsi di Laurea e di Diploma Universitario e secondo i relativi regolamenti ai concorsi della Pubblica Amministrazione, agli albi professionali, agli impieghi nel settore privato. I percorsi curriculari rispettano le indicazioni dei piani di studio previsti dal Ministero della Pubblica Istruzione. L’Istituto è dotato di moderni laboratori di Informatica, di Matematica, di Lingue, di Scienze, di lavagne interattive multimediali e di un’ampia palestra. Gli studenti che frequentano il nostro Istituto hanno la possibilità di arricchire il proprio curricolo con la certificazione delle lingue comunitarie (inglese, francese e spagnolo) e con i gemellaggi, potranno frequentare il corsi che preparano per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori (patentino) e possono praticare numerose discipline sportive (Pallavolo –Calcio –Calcetto –Pallacanestro –Rugby –Bowling - Nuoto –Danza –Tennis –Dragon Boat –Beach volley) . Il nostro volantino dà maggiori dettagli sull’Istituto e sui nuovi quadri orario.

Il volantino
Modulo Iscrizione ITC
Modulo Iscrizione LICEO

NOTA BENE

Fonte di prelievo dell'informazione, URL del sito web dell'ISIS "S. Atzeni" Capoterra
http://www.isiscapoterra.it
__________________________________________________________________________________

"OMBRE di FUOCO"
Mostra d'Arte di Ermemegildo Atzori"
Arma di Taggia (Imperia) c/o Galleria M'Arte
________________________________________________________________________________________________


B&BArt Museo d'arte contemporanea Italy - Bogota
M’ARTE GALLERIA

OMBRE DI FUOCO
di ERMENEGILDO ATZORI

a cura di Bianca Laura Petretto
SHADOW AND FIRE Ermenegildo Atzori
videoarte e PERSONALFLASH
catalogo di Bianca Laura Petretto

INVITO

Vernissage 13 Marzo 2010 alle ore 18,30
M’ARTE GALLERIA
promuove l'arte contemporanea dal 13 marzo al 10 aprile 2010
via San Giuseppe, 22, Arma di Taggia - Imperia - Liguria Italy
________________________________________________________________________________________________

Mostra d'Arte ''Ombre di Fuoco'' di Ermenegildo Atzori
Immagine ''Giocando per il Mondo''

Logo Associazione ''Giocando per il Mondo''

STAGE di ESPRESSIONE CORPOREA e MOTRICITA' CREATIVE
Proposto da "Capoterra 2000" in collaborazione con "Giocando per il Mondo"
Capoterra, 20-21-27-28 Marzo 2010 - Ore 15/18 (sabato) 10/13 (domenica)
__________________________________________________________________________________

"Il Gioco. il Movimento e la Danza sono le più antiche e naturali forme di espressione e comunicazione umana tramite le quali si trascrivono sul piano corporeo sensazioni, emozioni, rappresentazioni del vissuto personale.
L’espressione corporea ci permette di conoscere, dialogare e utilizzare il nostro corpo come mediatore essenziale nella comunicazione e nelle relazioni di tutti i giorni. ( a scuola con gli alunni, a lavoro con i colleghi, in casa con la famiglia…).
Espressione corporea e motricità creative, attraverso un linguaggio ludico artistico, propone un percorso del tutto pratico e un’occasione per conoscersi meglio, migliorare la propria percezione corporea e acquisire maggiore competenza interattiva sul piano corporeo, essenziale questo nelle professioni di aiuto e nell’insegnamento".
Contenuti e tecniche
- Ritmi vitali ed espressività di sé nel gioco
- Coordinazione generale e fluidità del movimento come linguaggio e come strumento espressivo
- L’armonia nel movimento e nella relazione
- Intelligenza e creatività corporee
A chi si rivolge
Insegnanti, Psicomotricisti, Educatori, Operatori nel sociale, studenti di Psicologia, Scienze della formazione, di istituti Magistrali e chiunque sia interessato alle ricerche in campo espressivo e psicocorporeo.
Giornate di incontro
Sabato 20 Marzo / Domenica 21 Marzo / Sabato 27 Marzo / Domenica 28 Marzo
Orari dalle 15.00-18.00 (sabato) dalle 10.00-13.00 (domenica)
Il Laboratorio sarà a numero chiuso (max 15 partecipanti)
Per prenotazione e info contattare
(scadenza prenotazioni 15 Marzo)
Luca Gasole 340 26 84 914
Sabrina Farigu 3282032426 / 0702345444 (dalle 16.00 alle 20.00)
Mail: sabrinafarigu@libero.it - Giocandoperilmondo@hotmail.it
__________________________________________________________________________________

SHADOW and FIRE di Ermenegildo ATZORI e Laura PETRETTO
Inaugurazione:sabato 20 febbraio 2010 - ore 20,30
Dal 20 al 27 febbraio 2010 c/o Casa di moda De Modè di Gian Giuseppe Pisuttu e Annamaria Baldinu - Palazzo Sussarello - Corso Vittorio Emanuele, 69 - 07044 Ittiri (SS)
__________________________________________________________________________________

..."In una serata esclusiva, promossa da B&BArt Museo internazionale d'arte contemporanea e dalla Casa di Moda De Mode', nella cornice del Palazzo cinquecentesco baronale Sussarello di Ittiri, in Sardegna, il 20 febbraio 2010, a partire dalle ore 20,30 gli stilisti Gian Giuseppe Pisuttu e Anna Maria Baldinu, promuovono l'arte contemporanea attraverso un allestimento singolare che inserisce tra i capi unici ideati e prodotti dai creativi padroni di casa, le forme, i colori e la materia delle opere pittorico plastiche di Ermenegildo Atzori.
East propone una selezione di opere realizzate dall'artista tre il 2005 e il 2006.
Uno sguardo all'Oriente con l' uso di argenti e ori, di gialli e rossi, tavolozze che attraverso il colore e il segno richiamano ideogrammi e memorie arcaiche.
Una proposta del contenitore contenuto, una sorta di matrioska dove l'arte pittorica, grafica, il quadro, si mischiano e dialogano con la moda, il design e il fashion"

demode.ittiri@gmail.com

"Un videoarte di 5' che viaggia tra il videoclip e il cinema. Un racconto, una storia della creatività. Un artista che sperimenta nuovi materiali e cerca piste espressive forti e persuasive per la sua irrequieta smania di fare. Frames di opere informali che essudano il colore come materia e una performance che racchiude la follia dell'artista. Il guizzo irrefrenabile di distruggere la propria opera con il fuoco, un modo rituale che esorcizza e incanala le forze occulte, non governabili dell'inquietudine.
La performance di Ermenegildo Atzori nasce da un lungo viaggio fatto di scuola, di prove e di silenzi, passando dall'esercizio al lavoro costante e impegnativo del quotidiano labor sperimentale dell'artigiano dell'arte.
L'artista crea ombre di fuoco: vernici nitro, diluenti, catrame, poliuretano espanso, polveri di ferro e colate di piombo, scarti industriali altamente inquinanti che si mischiano a frammenti di terra e vetro, gommalacca e pece greca, cenere e sabbia, conchiglie triturate, sottobosco di foglie e licheni e bacche frullate, per stare nella moder-nità mettendo le mani in quello che inquina e in quello che guarisce.
Ermenegildo Atzori prova a scovare l'immagine interiore impastando la materia, quella che fa affiorare dalla quercia il carattere, la tendenza autentica, il soffio dell'anima nascosta. E i riferimenti ai grandi maestri sono ricchi, da Burri e Fontana a Blake, sino a Pollock, per nuotare nelle acque profonde dell'immagine di Lynch o far parte di un granello del mondo di Chaplin. Un pò Jack London, un pò Samurai, Ermenegildo Atzori, costruisce carboni spenti di angeli luciferini che provano a entrare nel mondo, per crescere e lui, si diverte a inventare un gramlò di materie scartate"

Bianca Laura Petretto

NOTA BENE

Quresti articoli sono tratti dal documento denominato "Comunicato Stampa", che può essere richiamato integralmente cliccandoci sopra.
__________________________________________________________________________________

Mostra di Mostra di pittura e altro di Ermenegildo Atzori - Ittiri, 20 febbraio 2010

Clicca sopra l'immagine

Logo della Scuola Civica di Musica

SCUOLA CIVICA di MUSICA di CAPOTERRA
Anno Scolastico 2009/2010 - Scadenza iscrizioni 15/03/2010
Selezioni dal 15 al 20 marzo - Lezioni dal 6 aprile al 30 ottobre
__________________________________________________________________________________

La Scuola Civica di Musica del Comune di Capoterra informa che sono aperte le iscrizioni per i corsi 2009/2010. Le iscrizioni chiuderanno il 15 marzo 2010. L’iniziativa e le varie novità saranno presentate il giorno 23 febbraio alle ore 18,00 presso la sala consiliare del Comune in via Cagliari n° 91 a Capoterra. Le selezioni si svolgeranno presso le scuole di via Veneto a Capoterra dal 15 al 20 marzo 2010 (consulta il calendario delle selezioni).

Scarica la modulistica, il calendario selezioni, la "brochure" illustrativa e il regolamento della SCM.

MODULO di ISCRIZIONE e RETTE di FREQUENZA

CALENDARIO SELEZIONI 2009/2010

BROCHURE 2009-2010

REGOLAMENTO della SCM

Per ulterioriori e più approfondite informazioni, rivolgersi al Comune di Capoterra:
Tel. nn. 0707239227 – 0707239291 - 3486884372, oppure scrivendo una mail all'indirizzo
scmusica.capoterra@tiscali.it, scmusica.capoterra@gmail.com
__________________________________________________________________________________

MOSTRA di PITTURA di DAVIDE SIDDI a FRUTTI d'ORO
Presso il Salone "Bonfiglioli" della Parrocchia <B.V.M.M.d.C.>
Dal 30 gennaio al 7 febbraio 2010 - Ingresso libero e gratuito
__________________________________________________________________________________

<Davide Siddi realizzò nel 2006 a Frutti d’Oro la sua prima mostra personale, da allora la sua carriera artistica l’ha portato ad esporre presso prestigiose gallerie e musei di Cagliari, Bologna, Firenze e Roma. Dopo quattro anni torna a Frutti d’Oro per presentare una selezione dei suoi migliori lavori.

La mostra verrà inaugurata sabato 30 gennaio alle ore 18:30 e sara visitabile tutte le sere dalle 17:30 alle 20:30; sabato e domenica anche la mattina dalle 10:00 alle 13:00>. L'ingresso è libero e gratuito.

NOTA BENE

Fonte di prelievo della notizia, URL del sito web http://davidesiddi.com
__________________________________________________________________________________

Locandina mostra di pittura di Davide Siddi

Locandina di Davide Siddi

Onorificenza a Silvio Matta

ENCOMIO SOLENNE a SILVIO MATTA
Conferimento di una targa per la sua opera poetica e letteraria
Sabato, 16/01/2010 - Ore 17.30 - Aula consiliare del Comune di Capoterra
__________________________________________________________________________________

<Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale invitano tutti i cittadini alla cerimonia di conferimento di Onorificenza al poeta Silvio Matta, un encomio Solenne per l’attività poetica e letteraria svolta e per i prestigiosi riconoscimenti ottenuti in ambito nazionale ed internazionale, quale importante strumento di promozione culturale per la comunità capoterrese. Verranno eseguite letture con accompagnamento musicale a cura dell’attore Tino Petilli Sabato 16 gennaio 2010 ore 17,30 Aula Consiliare del Comune di Capoterra via Cagliari n. 91>.

Fonte della notizia: Comune di Capoterra (sito web: http://www.comune.capoterra.ca.it)
__________________________________________________________________________________

1^ EDIZIONE "FIERA delle ARTI e dei MESTIERI degli UOMINI CAPOTERRESI"
Organizzata dalla Commissione Pari Opportunità in collaborazione con la Pro Loco
Capoterra, 15-17 gennaio 2010 c/o "Casa Melis" nel C.so Gramsci - Ore 17.00/21.00
__________________________________________________________________________________

La Commissione Pari Opportunità del Comune di Capoterra in collaborazione con la Pro Loco organizza la organizza la 1 ^ edizione "Fiera delle Arti e dei Mestieri” degli Uomini Capoterresi.
I manufatti e le opere saranno esposte in Casa Melis, Corso Gramsci 74. Appuntamenti dal 15 al 17 gennaio, dalle ore 17 alle 21.

NOTA BENE

Fonte di prelievo della notizia: http://www.capoterra.net
__________________________________________________________________________________

Logo della Commissione delle Pari Opportunità del Comune di Capoterra
Locandina ''Orfeo ed Euridice''

"ORFEO ed EURIDICE"
Associazione "F.R.A.D.I.S.", C.P.O. e S.C.M. di Capoterra
"Casa Melis" - Sabato 9 gennaio 2010 - Ingresso libero

__________________________________________________________________________________

Personaggi ed Interpreti

ORFEO
Irene Sgro
(AGLI INFERI)
Agnese Sgro
EURIDICE
Cinzia Todde
AMORE
Giorgia Atzeni
CORO POLIFONICO "SINE NOMINE"
Seguaci di Orfeo
Pastori-Ninfe
Furie del Tartaro
Anime degli Elisi
Eroi ed Eroine
FURIA del TARTARO
Gigliola Ecca
(BALLETTO)
ARRANGIAMENTO
Boris Smocovich
BASI MUSICALI
MAESTRO del CORO
Valerio Scarpa
BOZZETTO, SCENOGRAFIA e ARREDI SCENICI
Maria Maddalena Sechi
COMPUTERGRAFICA
Massimiliano Allegri
SCENOGRAFIA, LUCI e FONICO
Paolo Piroddi

Libretto di Ranieri de Calzabigi
Musica di Christoph Willibald Gluck
(Prima rappresentazione:Vienna 1762)

Si ringraziano il Comune di Capoterra,
Il Sindaco Giorgio Marongiu e tutta l'Amministrazione
La Provincia di Cagliari e l'Assessore Piero Comandini
La Commissione Pari Opportunità del Comune di Capoterra e Roberta Marcis
La Scuola Civica di Musica del Comune di Capoterra e Leonardo Sarigu
__________________________________________________________________________________

ASSOCIAZIONE CULTURALE <S'ACUNTENTA DISIJUS>
Festeggiamenti per il decennale dell'organismo teatrale
Capoterra, 18 e 19 dicembre 2009
__________________________________________________________________________________

COMUNICATO STAMPA


Oggetto: GIOVEDI 17 E VENERDI 18 DICEMDRE 2009.-
Decennale dell'associazione: manifestazione culturale

Giovedì 17 venerdì 18 dicembre 2009, l'associazione ha fissato la data per i festeggiamenti del decennale 1999-2009

Il mattino è dedicato alle Scuole, per questioni di spazio, saranno coinvolte solo le classi IV e V dei due Circoli didattici con proiezione dei filmati delle rappresentazioni teatrali dell'associazione. Inoltre, gli "attori" narreranno due antiche leggende della Sardegna e sarà recitata in Lingua sarda, una poesia di Giacomo Leopardi.

Seguiranno brevi interventi dal tema: Scuola-teatro, esperienze vissute dai ragazzi.
La manifestazione si terrà nel I circolo in Via Lamarmora considerata la capienza dell'Aula Magna.
GIOVEDI si eseguiranno due manifestazioni:
9,30 11,00 Via Lamarmora e Corte PIscedda
11,00 13,00 Classe V di Via Lamarmora e di Via Caprera

Giovedì alle 18,00 la manifestazione si sposta all'Oratorio parrocchiale in Via Vittorio Emanuele.
La sera è dedicato ai cittadini tra Teatro , narrazione e incontro-dibattito
Lucrezia Pireddu e Podda Gabriella racconteranno, con tecniche e musiche dei nostri tempi, due antiche leggende della Sardegna: Sa stria e S'asuriu.
Andrea Caboni reciterà in lingua sarda, "Canto notturno di un pastore errante dell'Asia" di Giacomo Leopardi
Seguirà il dibattito: "Scuola e Teatro"
Concluderanno le proiezioni delle rappresentazioni teatrali che l'associazione ha preparato con la Scuola elementare negli anni 1997-2000 (allora c'era solo un Circolo Didattico e il dirigente scolastico era Plinia Natalia Falferi e ha collaborato per la nascita dell'associazione)
Arai dimoniu tratta dal racconto di Sergio Atzeni
Sa stria o sa surbile ispirate alle antiche leggende della Sardegna
Is consiglius o su sabiu ispirate alle antiche leggende della Sardegna
Queste tre rappresentazioni hanno vinto il I PREMIO negli anni 1998 - 2000 nel Circuito Teatro Ragazzi e sono state trasmesse dall'emittente Videolina in quanto vincitrici.
Inoltre, SA SURBILE nel 1999 ha vinto il I PREMIO anche ad Ozieri

NOI e le NOSTRE PROPOSTE
Ha partecipato con la rappresentazione teatrale "Araj dimoniu" ad una raccolta di fondi per i bambini della Bielorussia. L'iniziativa era organizzata dalla "Fraternità della misericordia" di Capoterra.
Sovente alla Comunità protetta di Capoterra, in Lingua Sarda ha rappresentato "Passioni e morti de Gesùs Cristu e de dogna omini", "Sa Partida", "Sa Stria";
ha offerto le stesse rappresentazioni teatrale al Centro anziani di Capoterra e alla Comunità protetta in località Fra Giuanni
dal 28 al 30 aprile 1999 in collaborazione con la Regione Sardegna, il Comune di Capoterra, e la Scuola Elementare, Plesso di Via Caprera l'Associazione ha organizzato Sa Die de sa Sardigna;
ha partecipato con Is Farsus all'Estate Insieme;
con Sa stria ha partecipato alla sagra della capra, in comunità montana;
con Sa Natividadi de Gesus ha partecipato a Natale in Piazza. Iniziativa promossa dall'assessore alla Cultura della Comunità Montana;
ha collaborato e ancora propone la collaborazione con le Scuole per la preparazione dei "piccoli attori" alle Rassegne Teatrali.
L'Associazione propone Laboratori Teatrali: "Gioco & Creo"
L'Associazione culturale "S'acuntenta disijus" si propone principalmente di:

- vivere l'esperienza teatro-cultura come momento di educazione e maturazione umana;
- ricercare e valorizzare, attraverso l'opera teatrale, le componenti storiche e tradizionali locali;
- valorizzare e promuovere l'identità etno-culturale del popolo sardo;
- favorire il confronto con le lingue minoritarie della Sardegna, con le altre regioni e con le lingue neolatine partecipando a Rassegne teatrali;
- promuovere la formazione di un linguaggio teatrale nella molteplicità dei suoi codici espressivi;
- favorire la formazione di spirito e creatività;
- promuovere iniziative socioculturali;
- favorire l'integrazione nella società degli alunni partendo dalla Scuola, favorendone il personale successo, la loro formazione culturale, attraverso lo spirito di creatività e spontaneità caratteristici del linguaggio teatrale;
- operare soprattutto nella Scuola, collaborando con i Dirigenti Scolastici e con l'Assessorato alla Pubblica Istruzione, Cultura e Spettacolo nelle forme che si riterranno più idonee ed efficaci.
- L' Associazione è senza scopo di lucro, libera, autonoma e indipendente da qualsiasi altro movimento o Associazione.

Contatti: Tel. 070 729386 - 339 88 22 147
e-mail: acuntentadisijus@tiscali.it; darioserra63@tiscali.it

Capoterra, 12 dicembre 2009

Il Coordinatore
Ins. Dario Serra
__________________________________________________________________________________

Locandina di celebrazione del debnnale dell'associazione ''S'Acuntenta Disijus''

Clicca poer ingrandire

"ARTISTE in PIAZZA" - 2^ EDIZIONE
Organizzata dalla CPO di Capoterra
Località "Su Loi" - Sabato 29/08/2009
__________________________________________________________________________________

La CPO del Comune di Capoterra informa la cittadinanza che, sabato 29 agosto 2009, alle ore 20.00, in località "Su Loi, nei pressi della chiesetta di S. Efisio, si svolgerà in collaborazione con la Pro Loco, "La Sagra della Vitella". Contestualmente, si svolgerà anche la 2^ edizione della rassegna "Artiste in Piazza", come nell'anno precedente. Chi volesse partecipare, deve procurarsi tavolino, sedie e lampade, in modo tale da poter lavorare anche la sera e far vedere al meglio i propri manufatti artistico-artigianali. Le autorità e il Corpo di Polizia Municipale, sono stati preventivamente e regolarmente avvisati.
Chiunque voglia partecipare o far partecipare persone terze, donne residenti nel Comune di Capoterra, è invitato a contattare la CPO ai numeri telefonici 388/6089853 e 070/721368, oppure inviando una mail all'indirizzo cpo.capoterra@gmail.com.
__________________________________________________________________________________

Locandina 2^ Edizione ''Artiste in Piazza''

“INSEGNARE NUDI"
Contro la dittatura delle slides
Da "PNR presi nella Rete" di Riccardo Staglianò
la Repubblica.It
__________________________________________________________________________________

<José A. Bowen è il preside della Meadows School of the Arts alla Southern Methodist University di Dallas, meglio nota per essere la sede della biblioteca dedicata a George W. Bush. Ed è soprattutto esponente di spicco di un movimento che sta guadagnando adepti negli Stati Uniti: “teach naked” è il loro motto, dove nudo non si riferisce all’assenza di abiti ma di macchine, quelle che negli anni ‘80 in Italia chiamavano “sussidi audio-visivi” e che oggi sono essenzialmente presentazioni in PowerPoint mostrate al videoproiettore. Dice il prof che il tempo in classe è prezioso e va usato per l’interazione con gli studenti. Che le slides possono vedersele da soli a casa, scaricandole da internet. In questa video-intervista spiega il perché.

Non è il solo a crederlo. Uno studio pubblicato ad aprile nel British Educational Research Journal ha dimostrato che 59% degli studenti intervistati ha detto che almeno metà delle lezioni erano noiose e che quelle con PowerPoint lo erano in particolar modo. I corsi più eccitanti? Quelli che includevano seminari, esercitazioni, discussioni di gruppo.

Nel 2003 la commissione d’inchiesta della Nasa sul disastro dello shuttle Columbia puntò il dito contro “l’endemico uso di PowerPoint” nell’Agenzia spaziale che aveva sostituito una più approfondita analisi tecnica dei rischi. Gli ingegneri, insomma, si basavano troppo sulle figurine e sempre meno sui ragionamenti. “PowerPoint è il male“, scrisse per l’occasione il guru di Yale delle rappresentazioni visuali Edward Tufte:

“Le presentazioni stanno in piedi o cadono sulla qualità, rilevanza e integrità del contenuto. Se i vostri numeri sono noiosi, se le vostre parole o immagini non sono pertinenti farle danzare a colori non le renderà più rilevanti. La noia del pubblico è generalmente un fallimento del contenuto, non della decorazione. Come minimo, il format di una presentazione dovrebbe non fare danni. E invece lo stile PowerPoint interrompe, domina e banalizza il contenuto. Per questo le sue presentazioni troppo spesso assomigliano a una recita scolastica: molto rumorosa, molto lenta e molto semplice”.

Niente a che vedere, ovviamente, con le formidabili presentazioni animate del professor Hans Rosling. Vi garantisco che non avete mai visto della statistiche così sexy e convincenti in vita vostra>.

VIDEO INTERVISTA
http://link.brightcove.com/services/player/bcpid18950891001?bctid=29848463001

LEZIONE SHOW di HANS ROSLING

POWER POINT è il MALE
http://www.wired.com/wired/archive/11.09/ppt2.html

INCHIESTA sul DISASTRO dello SHUTTLE
http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2005/08/29/AR2005082901444.html

COMMENTI all'ARTICOLO

NOTA BENE

Fonte di prelievo dell'articolo e dei link, URL di pagina del sito web
http://stagliano.blogautore.repubblica.it/2009/08/18
__________________________________________________________________________________

DONNE: La POESIA
Reading di poesia con accompagnamento musicale
Sabato 22/08/09 c/o Casa Melis nel Corso Gramsci
__________________________________________________________________________________

"Questa è la locandina della Rassegna organizzata dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Capoterra sulla poesie dedicate alle donne dal poeta pluripremiato Silvio Matta e dalla scrittrice/poetessa Carmen Salis anch'essa pluripremiata, entrambe cittadini di Capoterra che saranno accompagnati dal maesto di chitarra della Scuola Civica di Musica di Capoterra Stefano Ferrari. Anche con questa rassegna la CPO cerca di dare un certo stimolo di tipo culturale per promuovere quelle che sono le risorse umane del territorio cercando di creare una rete tra il centro urbano e le zone residenziali, spingendo gli animi delle persone a superare anche quelle che sono le barriere, molto spesso cariche di pregiudizi e stereotipi ... un poeta uomo e una poetessa donna, un abitante del centro urbano e uno che vive nelle zone residenziali ... anche queste sono le pari opportunità ... e la commissione si batte anche per questo".

Roberta Marcis
__________________________________________________________________________________

Manifestazione ''Donna: La Poesia''

Foto di GiGhi - Capoterra: Panoramica dell'ambiente in Loc. Is Olias

RECUPERO AMBIENTALE del PARCO NATURALISTICO de "IS OLIAS"
POR Sardegna 2000/2006 -Misura 4.5 - Linea D'azione 4.5.c.
http://www.capoterraonline.com
__________________________________________________________________________________

<Finanziamento integrativo a favore del comune di Capoterra UPB S06.02.2002 Capitoli SC 06.0197. E SC 06.0198. "Recupero ambientale e valorizzazione turistica del parco naturalistico Is Olias" realizzato nel territorio comunale di Capoterra e gravemente danneggiato dagli eventi alluvionali del 22.10.2008
Attraverso il POR, Programma Operativo Regionale, il Comune di Capoterra riceverà un fondo regionale ed europeo per il recupero ambientale del parco naturalistico de "Is Olias" gravemente danneggiato dagli eventi alluvionali accaduti in Ottobre 2008. Il POR misura 4.5c prevede il miglioramento degli itinerari turistici e della qualità dell' accoglienza dei turisti. Il prevedimento comprende la realizzazione di impianti di illuminazione, allestimento di spazi di servizio, punti di accoglienza e di informazione anche con l'utilizzo di nuove tecnologie; sistemazione della viabilità, realizzazione di parcheggi, piazzole di sosta per auto, camper, caravan; realizzazione di percorsi pedonali idonei anche per disabili, piste ciclabili;
allestimento- anche temporaneo- di spazi per attività culturali e di spettacolo; installazione di segnaletica e cartellonistica informativa; realizzazione di punti ristoro. Opere già realizzate nel complesso de "Is Olias" ma in parte danneggiate dall'alluvione del 22 Ottobre 2008>.

NOTA BENE

Fonte di prelievo, URL di pagina del sito web
http://www.capoterraonline.com/notizie-new-98/approfondimenti-new-99/1327-recupero-ambientale-del-parco-naturalistico-de-is-olias-.html
Foto realizzata da GiGhi nel 2007 per Capoterra 2° Circolo.
__________________________________________________________________________________

PRESIDIO SOCIOSANITARIO a CAPOTERRA
http://www.capoterraonline.com
__________________________________________________________________________________

"Un presidio sociosanitario in grado di offrire assistenza sanitaria e servizi sociosanitari territoriali: una nuova struttura a Capoterra in cui trovano alloggio il consultorio, la guardia medica, il servizio di igiene pubblica e quello delle cure primarie.
Il presidio comprende anche una Residenza sanitaria assistenziale, una struttura residenziale sociosanitaria dedicata ad anziani e adulti non autosufficienti finalizzata a fornire ospitalità, prestazioni sanitarie e sociosanitarie di recupero funzionale e di inserimento sociale, ma anche di prevenzione dall'aggravamento delle condizioni di non autosufficienza.

La Rsa di Capoterra è in grado di ospitare sino a 100 persone affette da malattie croniche o da patologie invalidanti, non gestibili a domicilio e che pur tuttavia non necessitano di ricovero in strutture ospedaliere o di riabilitazione globale. La struttura è di proprietà della Asl di Cagliari ma gestita da una società esterna.
Attualmente è stato aperto il primo nucleo della residenza con la disponibilità di 25 posti letto. Per ricevere informazioni gli utenti possono rivolgersi al Punto Unico d'Accesso.

Anziani e disabili: il Punto Unico di Accesso e la cultura della "presa in carico".
La capacità di individuare i problemi sociosanitari dei soggetti più deboli e di agire in modo unitario per soddisfarli: questa la funzione del Punto Unico di Accesso, istituito dall'Azienda Sanitaria di Cagliari per facilitare l’approccio del cittadino al servizio sociosanitario e per indirizzarlo alle strutture più adatte a soddisfare le sue esigenze, seguendolo passo a passo. Obiettivo del nuovo servizio è superare le attuali disuguaglianze nell’accesso e la disomogeneità delle risposte, limitando il rischio di riservare un'assistenza migliore e più rapida soltanto a chi sappia meglio esprimere le proprie necessità.

Cos'è il Punto Unico d'Accesso.
Il Punto Unico d'Accesso è il luogo dove ogni cittadino può rivolgersi per ottenere qualsiasi informazione relativa ai servizi dell'Azienda 8, alle prestazioni erogate, alle modalità e tempi di accesso. Rivolto in particolare a persone anziane e con disabilità, è gestito da uno staff di operatori che ascoltano e analizzano i bisogni dell’utente e dei familiari, individuano con loro il percorso terapeutico più adatto, li accompagnano in ogni fase. Il Punto Unico d'Accesso rappresenta un nuovo modello d'assistenza, basato sulla cosiddetta "presa in carico", frutto del passaggio dal concetto del "curare" a quello del "prendersi cura" della persona nella complessità e globalità dei bisogni, con un'attenzione particolare anche alla famiglia e al contesto di riferimento.

Come nasce il Punto Unico d'Accesso.
Il Punto Unico d'Accesso è la risposta all’esigenza di una maggiore equità e uniformità nell’erogazione dei servizi. Un principio affermato anche dalla Legge regionale n° 23 del 23/12/2005 (art. 32), che coordina il sistema integrato dei servizi alla persona, cioè l'insieme di attività, servizi e prestazioni volte a favorire il benessere di tutti coloro che si trovano in situazioni di bisogno sociosanitario. Il Punto Unico d'Accesso costituisce inoltre il primo dei quattro obiettivi del progetto ideato dall’ASL di Cagliari per la riorganizzazione e il miglioramento dei servizi dell’area anziani e persone con disabilità".

NOTA BENE

Fonte di prelievo dell'informazione, URL di pagina del sito web
http://www.capoterraonline.com/notizie-new-98/1-ultime/1307-a-capoterra-nasce-il-presidio-sociosanitario.html
__________________________________________________________________________________

Valigetta Primo Soccorso Sanitario

Regione Autonoma della Sardegna - Bandiera dei 4 Mori al vento | Arbor grande - Dipinto di Foiso Fois | Arbor piccola - Dipinto di Foiso Fois

Clicca per ingrandire

SARDEGNA
Componimento di Gesuino Diana
__________________________________________________________________________________

<Sardegna regnu de soli e logu de bentu maistrali e ponenti,
mai tui podis essiri terra indipendenti e liberada,
poita sesi in parti bendia e in parti spropiada
po fai cortis po sa forza armada e medausu po is signoris
e c'esti sempri prus pagu terra po is pastoris.

O bella terra mia,
deu no cumprendu prusu
funti furriendidì tottu fundu a susu
de candu esti arribau de atru logu s'omini,
cummenti su malu bentu cun sa maschera de fangu
e manusu de ciumentu
e distruggendi a tui monumentu de rara bellesa.

Custa esti un'offesa po tottu sa natura,
de su Campidanu a su Logudoru e sa Gallura,
non c'è prus un insenatura chi fai bella figura
cummente candu fiada tottu modditzi e crisura>.

Gesuino Diana

NOTA BENE

Questo componimento, viene pubblicato esattamente come è stato scritto, senza nessuna omissione o aggiunta, correzione o modifica.

L'autore, attraverso questo testo, esprime tutta la sua amarezza per la condizione economica e sociale, ambientale e culturale, in cui versa la Sardegna, sua terra natia.
Il suo vissuto esistenziale, che comprende anche un lungo periodo di emigrazione a Torino per motivi lavorativi, lo hanno portato ad esprimere con amarezza, pensieri e parole scritte "di getto", uno "sfogo" insomma, caratterizzato da una visione pessimistica delle "cose", da un sentimento di disillusione nei confronti delle azioni umane e di quelle istituzionali, che si sono attuate e si stanno ancora portando avanti. Queste, a suo parere, anziché migliorare l'isola, ne stanno facendo scempio, depauperando il suo meraviglioso patrimonio naturalistico, artistico, storico e umano.
Lo stesso autore, comunque, nel suo intimo spera che il pessimismo palesato venga smentito dai fatti, e confida che il riscatto sociale della Sardegna, avvenga prima di tutto attraverso la presa di coscienza della situazione da parte dei suoi abitanti e la messa in atto di politiche concrete, lungimiranti e realmente "sostenibili" (GiGhi, ndr).
__________________________________________________________________________________


Menu di sezione:



Direzione Didattica, Amministrativa e Ufficio di Segreteria - Via Caprera, 1 - 09012 Capoterra (CA) - Tel. nn. 070729161-0707241030 - Fax n. 070722744 - EMail non certificata: caee088006@istruzione.it | caee088006@pec.istruzione.it

Torna ai contenuti | Torna al menu